Beni strumentali, nuova Sabatini

Nuova Sabatini 2017 MISE: bonus alle PMI per acquisto attrezzature, macchinari, pc e software
Lo strumento agevolativo definito “Beni strumentali – Nuova Sabatini” è finalizzato ad accrescere la competitività del sistema produttivo del Paese e migliorare l’accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese (PMI) per l’acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature di fabbrica a uso produttivo e tecnologie digitali (hardware e software). 
La disciplina della misura prevede che gli istituti convenzionati possano: 
– concedere finanziamenti di importi compresi tra 20.000 e 2.000.000 di euro, con durata massima di 5 anni. Il MISE concede un contributo pari all’ammontare degli interessi al tasso del 2,75% annuo per 5 anni ed è stata introdotta la possibilità di un contributo maggiorato del 30% per investimenti in tecnologie Industria 4.0. 
– far accedere al Fondo centrale di Garanzia nella misura massima dell’80%. 
Uno degli aspetti positivi della Sabatini ter, è la possibilità di cumulare il beneficio con altre agevolazioni fiscali previste per il 2017 come l’iperammortamento al 250% e il superammortamento al 140%; il credito d’imposta per attività di Ricerca e Sviluppo, il Patent Box, gli incentivi alla patrimonializzazione delle imprese (ACE) e gli incentivi agli investimenti in startup e PMI innovative. 
Possono presentare domanda le micro, piccole e medie imprese che: 
– hanno una sede operativa in Italia. 
– sono iscritte nel Registro delle imprese o di pesca 
– sono nel pieno dei propri diritti, non sono sottoposte a liquidazione volontaria o a procedure concorsuali e non sono in difficoltà economica. 
Non sono imprese che hanno ricevuto e poi dovuto rimborsare aiuti ottenuti illegalmente o incompatibilmente alla Commissione Europea. 
Sono ammessi tutti i settori produttivi, inclusi agricoltura e pesca ad eccezione di: 
– attività finanziarie e assicurative; 
– attività connesse all’esportazione e per gli interventi subordinati all’impiego preferenziale di prodotti interni rispetto ai prodotti di importazione. 
Le imprese in possesso dei requisiti che vogliono accedere al bonus beni strumentali 2017 devono: 
– scaricare il modulo domanda Nuova Sabatini 2017 beni strumentali, 
– compilare la documentazione richiesta e firmare i moduli con la firma digitale 
Inviare il tutto tramite PEC all’indirizzo PEC della banca a cui si chiede il finanziamento, a scelta tra quelle che aderiscono al bonus. 
Si ricorda che per accedere alla agevolazione: 
– le imprese interessate devono  presentare, entro il 31 dicembre 2018, a una banca o a un intermediario finanziario, la richiesta di finanziamento e la domanda di accesso al contributo. 
– la banca o l’intermediario finanziario, previa verifica, delibera il finanziamento e trasmette al Ministero la richiesta di prenotazione delle risorse relative al contributo. 
Entro 5 giorni lavorativi dalla ricezione della richiesta di prenotazione, il Ministero comunica alla banca o all’intermediario finanziario la disponibilità, parziale o totale, delle risorse erariali. Le richieste di prenotazione sono soddisfatte, secondo l’ordine di presentazione, fino a concorrenza della disponibilità delle risorse. 



Lascia un commento